Le recensioni delle 3 migliori padelle antiaderenti del 2017

In commercio esistono diversi tipi di pentole e padelle per cucinare, ognuna ha le proprie caratteristiche e serve per cucinare una certa tipologia di cibo. Oggi ci concentriamo sulle padelle antiaderenti, scoprendo i vari materiali di cui sono composte per aiutarvi nella scelta della miglior padella antiaderente che soddisfi tutte le vostre richieste.

Le pentole antiaderenti sono ormai entrate a far parte della vita di tutti i giorni, utilizzate da tutti coloro che si cimentano ai fornelli, l’utilizzo delle pentole antiaderenti implica almeno due importanti vantaggi:

  • La sicurezza per la salute degli individui, poiché il cibo non si attacca e di conseguenza non si sviluppano sostanze tossiche.
  • La sicurezza per un’alimentazione corretta, in quanto grazie alle padelle antiaderenti possiamo cucinare senza grassi.

Non bisogna prendere alla leggera la scelta di una padella dove cuocere carne, pesce, verdura o uova, ma bisogna tener conto di numerosi fattori: il calore deve essere distribuito in modo omogeneo e naturalmente il cibo non deve attaccarsi. Perciò una buona padella antiaderente deve essere dotata di un fondo piatto per far diffondere uniformemente il calore e un rivestimento antiaderente che resista all’usura.

Prendendo ispirazione dai materiali usati nell’industria aerospaziale, solo negli ultimi decenni si è giunti a creare la padella antiaderente che risponda a tutti i requisiti elencati sopra, essa è realizzata con leghe speciali che ne ricoprono la superficie interna.

Come scegliere la giusta padella antiaderente

Nel momento di acquistare una padella antiaderente, prendete in considerazione alcune importanti caratteristiche che quest’ultima deve assolutamente avere:

  • Rivestimento interno. Ciascuna marca usa un nome diverso per il rivestimento interno, ma non ci sono differenze fra i vari tipi di rivestimenti usati. Le migliori sono quelle rivestite in ceramica e in pietra.
  • Rivestimento esterno. Il rivestimento esterno può essere in alluminio che distribuisce meglio il calore ed è leggero o in acciaio che è un materiale molto resistente, l’acciaio inox rispetto a quello smaltato distribuisce meglio il calore.
  • Peso. Una padella troppo leggera può capovolgersi al minimo urto, una troppo pesante è difficile da maneggiare. Trovate il giusto peso.
  • Manico. Il manico non deve essere più pesante della padella. Un manico in metallo è più resistente rispetto un manico in plastica ma a contatto con il calore potrebbe diventare molto caldo. Fra questi due è meglio scegliere un manico rivestito in plastica, purché sia resistente.
  • Fondo. Il fondo della padella deve essere spesso e pesante, ne varrà della stabilità della pentola e della distribuzione del calore che sarà più omogeneo.

Materiali utilizzati per una padella antiaderente

Una buona padella antiaderente deve essere fatta con materiali tali da non alterare il sapore del cibo e altrettanto importante, non deve rilasciare sostanze nocive durante la cottura.

Deve inoltre avere una buona conducibilità termica in modo da scaldarsi e raffreddarsi velocemente ed essere in grado di distribuire uniformemente il calore su tutta la superficie della padella evitando così che un alimento si bruci in alcune zone e rimanga crudo in altre.

Le padelle antiaderenti di ultima generazione utilizzano come rivestimento materiali quali la ceramica o particelle minerali che danno un effetto in pietra, ma in commercio esistono anche le padelle antiaderenti Teflon, ancora molto utilizzate.

Padelle antiaderenti Teflon

Le padelle antiaderenti Teflon sono molto indicate per una cucina veloce e povera di grassi. Si puliscono facilmente poiché il cibo non si attacca e non si brucia.

Il fondo di queste padelle è rivestito con uno strato di politetrafluoroetilene (PTFE), conosciuto come Teflon, un materiale antiaderente e resistente, tuttavia se la padella rimane sul fuoco vuota per molto tempo o viene usata come bistecchiera, il Teflon raggiunge alte temperature e può rilasciare il PFOA, una sostanza tossica per il fegato e la tiroide, questa sostanza viene rilasciata anche se la padella si graffia per via degli utensili o per lavaggi con spugne abrasive.

Padelle antiaderenti in ceramica

Questo tipo di padelle antiaderenti hanno un rivestimento in ceramica che non si graffia, inoltre ci si può cuocere il cibo utilizzando poca quantità di grassi, esse sono ideali per cotture dorate e croccanti.

Le padelle in ceramica diffondono il calore in modo omogeneo e mantengono costante la temperatura, inoltre non si deteriorano con l’utilizzo, sono facili da lavare, non vengono corrose dai detersivi e possono essere lavate anche in lavastoviglie.

Padelle antiaderenti in pietra

Le padelle antiaderenti in pietra sono generalmente costituite da alluminio con un rivestimento fatto utilizzando particelle minerali che danno un effetto pietra. Questo speciale rivestimento è antigraffio ed è resistente alle abrasioni.

Questo genere di padella garantisce una cottura molto uniforme senza utilizzare grassi, il cibo non si attacca, non brucia e il suo sapore viene esaltato. Sono molto facili da pulire e molto maneggevoli.

Le 3 migliori padelle antiaderenti del 2016

Padelle Alluflon Etnea 

Caratteristiche del prodotto

  • Alluminio alto spessore fondo 4 mm
  • Rivestimento hardoise effetto pietra rinforzato con particelle minerali
  • Massima anti-aderenza
  • Facile da pulire
  • Per tutti i fuochi eccetto induzione

Le padelle antiaderenti Alluflon Etnea prodotte interamente in Italia, hanno il corpo in alluminio dallo spessore di 4mm e un rivestimento interno in hardoise effetto pietra rinforzato con particelle minerali. Questo speciale rivestimento di ultima generazione è antiaderente e antigraffio, esalta il sapore dei cibi e permette una cottura senza grassi.

Il calore è diffuso in modo omogeneo grazie al corpo in alluminio, permettendo così di conservare il gusto naturale dei piatti.

Il rivestimento interno hardoise a triplo strato è rinforzato con particelle minerali che rendono la padella antiaderente e in grado di cuocere gli alimenti senza l’aggiunta di olio o grassi e quindi in modo sano e leggero.

Le padelle Etnea sono facili da pulire anche a mano e pratiche da usare, inoltre durano nel tempo.

La maneggevolezza delle padelle è resa possibile grazie ai manici in bakelite che non si surriscaldano e al suo design esclusivo che consente una presa sicura.

Pro

Si può cucinare senza condimento.

Si puliscono facilmente.

Contro

Non possono essere usate su fornelli a induzione.

Non si possono usare utensili in metallo.

Cliccate qui per acquistare subito il prodotto

 

Padella Ballarini Cortina Granitium

La padella antiaderente Ballarini ha un rivestimento antiaderente e molto resistente Granitium a 5 strati rinforzato con particelle minerali, adatto a usi intensivi e a prova di utensili metallici e spugne abrasive.

Lo spessore della padella è alto, tale da garantire l’omogenea diffusione del calore su tutta la sua superficie.

Questa nuova linea di padelle è a risparmio energetico, dal momento che ha un indicatore di calore, il Thermopoint, che indica la temperatura più idonea per cucinare risparmiando così energia, l’indicatore segnala anche quando la padella non è più calda e pronta per essere lavata.

La padella Ballarini completamente prodotta in Italia è antigraffio, è facile da pulire, può essere lavata anche in lavastoviglie, è adatta a tutte le fonti di calore, tranne ai fornelli a induzione, e possiede un manico termoisolante e maneggevole per una presa sicura, inoltre può essere messa in forno fino a 160 °C.

La sicurezza alimentare è garantita da enti di controllo come Neotron (Italia), Danish Institute (Danimarca) e LGA (Germania) che sottopongono i prodotti a frequenti controlli per accertare l’idoneità alimentare e l’affidabilità dei rivestimenti antiaderenti utilizzati.

Pro

Ottima diffusione uniforme del calore che permette una cottura rapida.

La padella non possiede sostanze nocive nelle parti che vanno a contatto con il cibo.

L’indicatore di temperatura è un utile strumento per sapere quando la padella è arrivata a temperatura o si è raffreddata.

Contro

In seguito a usi intensivi, la padella può subire una leggera deformazione della sua struttura.

Cliccate qui per acquistare subito il prodotto

 

Padelle Rivestite in Ceramica Lagostina Atena

Le padelle Lagostina Atena sono interamente costituite in acciaio inox 18/10 e possiedono un rivestimento interno in ceramica antiaderente e sicuro, il fondo antiscivolo incapsulato Lasoseal Plus a 3 strati, permette la cottura su tutte le principali fonti di calore ad eccezione di quella a induzione e consente un’ottima diffusione del calore, evitando che i cibi si attacchino.

La padella antiaderente Lagostina può essere lavata in lavastoviglie e grazie alla satinatura interna e alla lucidatura a specchio igiene e facilità di pulizia sono garantiti.

Gli ampi manici in bakelite con effetto soft touch permettono una presa sicura e comoda.

Grazie all’acciaio inox 18/10 la padella Lagostina ha una resistenza che dura nel tempo, conserva ed esalta i sapori degli alimenti senza alterarli, diffonde uniformemente il calore grazie al fondo ad alto spessore.

Lagostina sottopone frequentemente i suoi prodotti a verifiche rigorose per garantire sempre articoli sicuri che resistono nel tempo.

Pro

Permette una cottura utilizzando poco olio o altri tipi di grasso.

Le padelle antiaderenti Lagostina sono leggere e maneggevoli.

Facili da pulire e lavabili in lavastoviglie.

Contro

I manici sono fissati con viti torx quindi a distanza di tempo tendono a ballare e dunque bisogna fissarli e avvitarli.

Dopo un uso molto prolungato, la padella potrebbe perdere un po’ della sua anti-aderenza.

Cliccate qui per acquistare subito il prodotto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *